Agriturismo e non solo: le aziende agricole chiamate alla diversificazione

0
331
Gal Magna Grecia

La Regione Puglia ha recentemente pubblicato il primo bando dedicato al “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole” della Sottomisura 6.4 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, che dispone di una dotazione finanziaria di 20 milioni di euro, a fronte di quella complessiva di 70 milioni.

Per promuovere sul territorio la sua conoscenza, il GAL Magna Grecia ha organizzato, in collaborazione con il Comune di Monteiasi e con l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto, l’incontro pubblico di presentazione “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole: verso una nuova agricoltura multifunzionale”.

La manifestazione si è tenuta nel pomeriggio di ieri nella Sala consiliare del Municipio di Monteiasi, registrando la partecipazione di un folto pubblico tra cui si annoveravano diversi agronomi e imprenditori agricoli del territorio.

Il presidente del GAL Magna Grecia, Luca Lazzàro, aprendo i lavori ha affermato che «il GAL Magna Grecia rappresenta la comunità rurale di un territorio che comprende dodici comuni della provincia jonica, dalla murgia di Crispiano fino al mare cristallino di Pulsano e Leporano. Nel cuore di questo territorio c’è Monteiasi: perciò abbiamo voluto organizzare qui questo importante convegno che, peraltro, si tiene proprio nella Casa comunale di questa splendida cittadina, il cuore pulsante di questa comunità, una location che assume un elevato significato simbolico».

Portando il saluto di Monteiasi, Panunzio Grottoli, si è detto orgoglioso di ospitare un convegno su un tema così importante che vede l’intervento di relatori di eccezionale caratura. Gianluca Buemi, presidente Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto, ha salutato con viva soddisfazione la Sottomisura 6.4 che, con una dotazione complessiva di ben 70 milioni di euro, sarà in grado di sostenere concretamente la diversificazione delle imprese agricole pugliesi.

In tal senso Gianluca Buemi ha rinnovato la disponibilità dei dottori agronomi e dottori forestali ad assistere, in sinergia con altre figure professionali, le aziende agricole nella elaborazione di progetti in grado di accedere ai finanziamenti.

Clou del convegno è stata la relazione di Gioacchino Ruggieri, responsabile Sottomisura 6.4. del PSR 2014-2020 della Regione Puglia, che ha iniziato in modo lapidario: «dobbiamo dimenticare la figura dell’agricoltore che la mattina si alza e va nei campi, ma deve trasformarsi in quella di un moderno imprenditore agricolo in grado di diversificare le attività della propria azienda per aumentarne la redditività. È un processo ormai necessario, direi improcrastinabile, che con questo Bando la Regione Puglia va a incentivare e sostenere».

«Ricordo quando, negli anni Settanta, gli agricoltori pugliesi – ha poi detto Gioacchino Ruggieri  – cominciarono a sviluppare con timidezza l’agriturismo, una prima diversificazione significativa delle proprie aziende, un settore poi esploso realizzando “numeri” importanti. Gli agricoltori pugliesi sono oggi chiamati a produrre uno sforzo per diversificare ulteriormente le proprie aziende, che sarà sostenuto proprio dalla Sottomisura 6.4».

Secondo il funzionario regionale, questo bando è uno strumento in grado di sostenere un ulteriore sviluppo dell’agriturismo che dovrà e potrà implementare l’attuale offerta di servizi con altri in grado di intercettare una clientela diversa.

Masserie sociali, piazzuole attrezzate per i campeggiatori e i camperisti, masserie e boschi didattici, maneggi per i turisti e per soggetti disagiati, finanche impianti per la produzione di energia dalla biomasse: sono numerosi gli interventi che potranno essere compresi nei progetti tesi alla diversificazione delle attività delle aziende agricole.

In alcuni casi si tratta solo di valorizzare ai fini turistici risorse già disponibili: perché non proporre ai turisti, invece del tradizionale tapis roulant in una stanza chiusa, di fare jogging seguendo percorsi attrezzati nei boschi e nelle pinete, magari con l’indicazione delle specie botaniche selvatiche?

Gioacchino Ruggieri ha concluso consigliando all’attento pubblico il criterio guida nella elaborazione dei progetti che le aziende agricole, da sole o in partenariato, dovranno presentare: la “pertinenza”.

Ogni intervento dovrà essere pertinente ai servizi che si intendono offrire: la Sottomisura 6.4, per esempio, prevede il finanziamento della realizzazione di una piscina in un agriturismo, ma non certo quella di una piscina olimpionica con trampolino.

Chiudendo i lavori Luca Lazzàro, presidente del GAL Magna Grecia, ha ringraziato il dottor Gioacchino Ruggieri per aver illustrato le importanti opportunità che la Sottomisura 6.4 del PSR rappresenta per le aziende per diversificarsi sviluppando anche attività extra-agricole.

«Noi agricoltori dobbiamo essere sempre più protagonisti del nostro futuro – ha concluso Luca Lazzàro – soprattutto realizzando nuove forme di business che, intercettando segmenti di mercato le cui potenzialità finora non sono state sfruttate, possono aumentare la redditività delle nostre aziende».

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO