Mar Piccolo di Taranto: tartaruga “Caretta caretta” torna in acqua dopo essere guarita

TARANTO – Nei giorni scorsi è stata liberata nelle acque del secondo seno di Mar Piccolo, presso la sede dell’Aeronautica Militare, Arpec2, una tartaruga marina della specie “Caretta Caretta”. L’esemplare di fauna marina protetta, che aveva ingoiato accidentalmente un amo di grosse dimensioni a lenza lunghissima, era stata soccorsa cinque mesi fa in Mar Piccolo, a seguito della segnalazione di un mitilicoltore, dagli uomini della Capitaneria di Porto e dai veterinari del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Taranto.

I medici, compreso le gravissime condizioni in cui versava la tartaruga, hanno predisposto il suo trasferimento nella struttura veterinaria dell’Università degli Studi di Bari per poi proseguire la riabilitazione a Brindisi nel centro recupero tartarughe marine della riserva naturale di Torre Guaceto.

L’esemplare ha avuto una lenta ma costante ripresa e ad oggi si alimenta autonomamente e nuota in assetto perfetto, al punto che lo staff veterinario del Centro ha ritenuto concluso il periodo di riabilitazione e ne ha consentito, dopo poco meno di cinque mesi, la restituzione al mare. L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività di recupero di fauna selvatica ferita o in difficoltà, condotte dall’Arpec Puglia insieme al CSC Italia ed al WWF di Taranto. Alla liberazione hanno assistito alunni delle classi degli Istituti “G. Ferraris” e “Frascolla” di Taranto.

Be the first to comment on "Mar Piccolo di Taranto: tartaruga “Caretta caretta” torna in acqua dopo essere guarita"

Tinggalkan komentar