Taranto: continua il cammino delle associazioni che vogliono un futuro sostenibile

legge taranto

TARANTO – Si è tenuta ieri una nuova riunione delle associazioni che sabato 18 novembre si sono presentate unite per intraprendere un comune cammino verso la soluzione dei problemi e le nuove prospettive di futuro sostenibile per l’intera provincia tarantina. Alle 29 associazioni iniziali se ne sono aggiunte altre due (Aps Utòpia di Grottaglie e Ass. cult. Astra di Taranto), mentre si stanno vagliando nuove richieste di adesione.

Durante l’incontro – si legge in una nota dei Genitori Tarantini – si sono discusse ed approvate alcune nuove richieste da aggiungere all’elenco già presentato agli organi di informazione e che verrà inviato a tutte le istituzioni in toto o in parte coinvolte, dal Governo centrale al Governo regionale, fino ad arrivare alla Provincia e ai sindaci di tutti i comuni tarantini. Inoltre, si sono tracciate le basi per l’organizzazione del grande evento che vedrà la presenza a Taranto delle associazioni dei siti inquinati dell’intera nazione.

Il lavoro è altamente impegnativo, ma forte è la volontà di tutti, sorretta anche da un grande entusiasmo e la voglia di stare insieme. Lo stesso acronimo adottato dalla federazione di associazioni partecipanti può far ben comprendere l’idea di base di tale unione, sempre sperata e mai prima d’ora realizzata: A.I.U.TA (Associazioni Indipendenti Unite per Taranto).